Dove Dormire a Napoli: un viaggio tra hotel e b&b a Napoli

dormire_a_napoli_Napoli è una città da vivere intensamente. La sua particolare peculiarità è quella di soddisfare i viaggiatori più esigenti soddisfacendo sia gli amanti dell’arte e della cultura, sia coloro che amano i paesaggi e la natura.

I turisti spesso si chiedono dove è preferibile soggiornare a Napoli: al centro o in periferia? Abbiamo cercato di trovare i punti di forza e di debolezza di ciascuna zona, lasciando ovviamente ai singoli turisti la libera scelta di dormire in un hotel o in un bed and breakfast, o addirittura in un appartamento per vacanze, molto in voga in questo periodo.

Percorrendo Via Toledo i palazzi storici, un tempo dimore di nobili partenopei, si sono trasformati in Hotel e B&B. L’accoglienza e l’ospitalità la fanno da padrona. Tutti coloro che decidono di venire a dormire a Napoli in questi luoghi vivono una full immersion di profumi e colori. Piazza del Gesù, San Domenico Maggiore, Via Duomo sono luoghi di incontro per artisti e letterari. Luoghi dove è stata scritta la storia di questa magnifica Neapolis. Lungo Spaccanapoli potremo visitare Palazzo Venezia è una delle più importanti costruzioni poste nel cuore della città, unica nel suo genere.

Si erge lungo il decumano inferiore, a pochi passi dalla Chiesa di Santa Chiara con il suo meraviglioso giardino pensile, luogo dove si organizzano mostre e convegni. Percorrendo corso Umberto ci affacceremo sulla ora riqualificata Piazza Garibaldi (Stazione Centrale), qui le varie etnie si confondono con la nostra cultura, diventando tutt’uno con il tessuto metropolitano. Questa zona è molto richiesta da coloro che cercano una soluzione facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto e ben collegata con le località storico-archeologiche della cintura attorno alla città di Napoli. Chi arriva in città con l’auto spesso soggiorna presso uno degli hotel in zona Piazza Garibaldi, dotato di Parcheggio interno custodito, come l’hotel Ramada Naples, altri invece arrivano direttamente in treno.

Passiamo alla collina di Posillipo è una delle zone più suggestive della città. Panorami mozzafiato con strapiombi incantevoli. I tramonti di Posillipo o di via Manzoni diventano, per coloro che decidono di dormire a Napoli, una tappa obbligatoria.

Posillipo è senza dubbio il colle più famoso di Napoli,  decantato e osannato da scrittori, filosofi, poeti e cantanti. Un angolo della città che con superbia guarda il Vesuvio. Un’alterigia comprovata anche se decidiamo di osservarla dal mare. Posillipo si sdraia da Mergellina fino a Nisida, con due punti di approdo (raggiungibili anche da terra) a Marechiaro e alla Gaiola. Sulla punta del Capo Posillipo, costeggiando il mare dall’alto, troveremo uno dei polmoni della città: Parco Virgiliano, ristrutturato e  rinnovato nel 2002, che offre poggi panoramici meravigliosi su due golfi (quello di Napoli e quello di Pozzuoli) e su Nisida.

Se scendiamo via Posillipo, percorriamo il lungomare Caracciolo lentamente incominceremo ad assaporare la storia di questa magnifica città. Incontreremo Castel dell’Ovo: il castello più antico della città dirimpettaio di alberghi di lusso della città. Proseguendo ci ospiterà la magnifica Piazza del Plebiscito con il suo magnifico palazzo Reale ci condurrà in pieno centro storico. Le viuzze pullulanti di colori e impregnate di tradizioni sono luogo di storia, cultura e arte.

Da piazza Garibaldi sarà possibile raggiungere facilmente tutti i siti archeologici di interesse mondiale: Pompei, Ercolano, Paestum o la Splendida Costiera con Sorrento, Positano Amalfi. Napoli è una città, come la racconta Pino Daniele, dai mille colori, poliedrica, capace di coniugare: bellezza, storia, tradizione, cucina, ospitalità, cultura, ospitalità.